di Zanoner Giuseppe & C.

Storia

La storia della Segheria Zanoner nasce nel 1930, quando Pellegrino Zanoner, all’età di soli 17 anni, dopo aver appreso la professione del falegname in una bottega artigiana, decise di mettersi in proprio aprendo un piccolo laboratorio.

Iniziò così a produrre mobili su misura durante il giorno, mentre la notte la dedicava alla realizzazione di cassette per la frutta.

Nel 1949, nell’immediato dopoguerra, acquistò alcuni ruderi e fece costruire la sua prima falegnameria con annessa segheria, la quale venne successivamente potenziata con una “Veneziana”.

Dato il continuo aumento della richiesta, nel 1955 decise insieme al fratello Mario di costruire un nuovo stabilimento, e fu così che nel 1960 venne inaugurata la Segheria Fratelli Zanoner. La tenacia dei due fratelli fu messa subito alla prova, infatti nel 1966 la zona della Valle di Fiemme fu colpita da un imponente alluvione. La giovane attività fu fortemente danneggiata ma questo non riuscì a scalfire gli obbiettivi aziendali.

Avvolto dalla passione per il legno fin da piccolo, più tardi anche il figlio Giuseppe e la sorella Margherita decisero di intraprendere le orme del padre.

Nel 1991, dopo anni di dedizione ed impegno, Pellegrino decise di lasciare le redini dell’azienda ai due figli, restando comunque presente come figura di riferimento.

Da qualche anno il ricambio generazionale è continuato, infatti anche Margherita è uscita dal contesto aziendale. Ad oggi Giuseppe guida con entusiasmo l’anima dell’azienda, affiancato da due dei suoi tre figli Serena e Matteo.

La filosofia aziendale nel tempo è rimasta intatta ed il focus sulla valorizzazione del legno, sulla sua cultura, sulla tradizione e sulla qualità ha definito quella che oggi tutti conoscono come la: Zanoner Pellegrino S.n.c.



1930
A 17 anni, Pellegrino Zanoner apre un piccolo laboratorio.
1949
Pellegrino costruisce una falegnameria con annessa segheria.
1956
Inizio lavori nuovo stabilimento.
1960
Nasce, insieme al fratello Mario, la Segheria Fratelli Zanoner.
1966
La Val di Fiemme è colpita dall'alluvione.
1991
Pellegrino passa il testimone della società ai figli Giuseppe e Margherita.
2000
Costruzione del nuovo capannone.
2013
Subentra in azienda la terza generazione.
Oggi
Giuseppe guida l'azienda affiancato da due dei suoi tre figli Serena e Matteo.